"Facile colpire l'aeroporto di Orio al Serio": e il pakistano viene espulso dall'Italia

ORIO AL SERIO - Il Caravaggio International Airport tra gli obiettivi indicati da Aftab Farooq, il pakistano di 26 anni residente a Vaprio d'Adda, espulso dall'Italia per motivi di sicurezza nazionale. Lui parlava tranquillamente con la moglie e con amici, non sapeva di essere intercettato da dicembre

Espulso dall'Italia per motivi di sicurezza nazionale, con decreto del ministro dell'Interno, Angelino Alfano. E' il provvedimento che ha colpito Aftab Farook, pakistano di 26 anni residente a Vaprio d'Adda, che è stato intercettato mentre sosteneva che è facile colpire l'aeroporto di Orio al Serio.

Lui non poteva saperlo, ma in realtà era intercettato dal mese di dicembre. Secondo gli inquirenti non aveva un piano ben preciso per compiere atti contro lo scalo aeroportuale bergamasco, ma è anche vero che nel corso di una di queste intercettazioni, esattamente nel mese di maggio, manifestava alla moglie la sua ferma intenzione di aderire al progetto jihadista. Con ogni probabilità un viaggio in Bosnia per l'addestramento.

Seppure seguito a distanza da mesi, non sono mai emersi motivi reali per poterlo arrestare. Ma gli elementi raccolti in questo periodo, e il suo sentimento di odio crescente, dopo il clima che si è creato con la strage di Nizza, sono stati ritenuti più che sufficienti per espellerlo dallo Stato e rimpatriarlo a Islamabad.