Entra di notte a scuola per rubare, si addormenta durante il furto

CALCIO - Di notte dormono tutti, è il momento propizio per rubare. Ma se a dormire è anche il ladro, dopo essere entrato a scuola per rubare, la vicenda ha davvero dell'incredibile. Il marocchino, mentre russava, è stato risvegliato e arrestato dai Carabinieri

I furti vengono messi a segno soprattutto di notte, quando tutti dormono. Stavolta, però, si è addormentato anche il ladro. Svegliato più tardi dai Carabinieri mentre russava. Ora è in carcere in attesa del processo.

Accade anche questo a Calcio dove, nella tarda serata di sabato, poco prima di mezzanotte, un marocchino di 38 anni ha preso di mira la scuola media "Martiri della Resistenza" in via Schieppati.

Sacca in spalla, ha mandato in frantumi una vetrata e ha iniziato a girare per le aule trovando qualche computer portatile da infilare nella sacca. Quando ha completato il giro al piano terra, trovando ciò che più gli era di gradimento, è andato al piano superiore. Lì, in preda alla stanchezza, molto probabilmente accentuata anche da una buona dose di alcolici ingeriti, si è adagiato sui banchi e si è messo a dormire.

Lo hanno trovato i Carabinieri, avvertiti dai vicini che avevano udito il rumore delle vetrate, mentre russava. Svegliato e arrestato, lunedì mattina è stato portato in Tribunale per essere processato per direttissima. L'udienza è stata rinviata al 2 febbraio. Lui, nel frattempo, vista il lungo elenco di precedenti, se ne starà in carcere.