Dalmine, rinasce la ex cabina primaria dell'Enel: sarà un campus universitario

DALMINE - Un accordo tra e-distribuzione (nuova denominazione di Enel Distribuzione) e Università degli Studi di Bergamo porta a trasformare l'ex cabina primaria in un campus di 5.700 metri quadrati. Ampliamento strategico vista la vicinanza all'ateneo

L’ex cabina primaria e-distribuzione di Dalmine rinasce come campus universitario. Qui infatti troveranno spazio laboratori, centri di ricerca e nuove aule per gli studenti della Facoltà di Ingegneria.

La nuova destinazione d’uso dell’area, oltre 5.700 mq, è frutto dell’accordo siglato lo scorso maggio tra e-distribuzione (dal 30 giugno il nuovo nome di Enel Distribuzione) e Università degli Studi di Bergamo, grazie al quale si è resa possibile la riqualificazione dello spazio. Nello specifico, l’intesa prevede la cessione dell’area dell’ex cabina primaria di via Marconi all’ateneo, così come indicato nel Piano di riqualificazione delle aree concordato con la Regione Lombardia.

La riconversione dell’impianto ha comportato lo smantellamento di tutte le componenti elettriche e di circa due chilometri di cavi aerei, sostituiti da una nuova linea interrata con un minore impatto ambientale.

Lo spazio reso disponibile rappresenta un ampliamento strategico del Campus di Ingegneria grazie alla sua vicinanza con l’attuale polo didattico. L’area sarà destinata alla realizzazione di laboratori ad alto contenuto tecnologico, nuove aule informatiche, spazi studio per gli studenti e sale riunione dedicate ai docenti. Nella parte esterna sorgerà un’isola verde al cui interno saranno realizzate alcune zone studio all’aperto.

Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini ha così commentato l’iniziativa: “Questo intervento di recupero sarà un tassello fondamentale per il polo tecnologico e ingegneristico dell'Università di Bergamo: l'ex cabina Enel di via Marconi infatti ha tutte le caratteristiche per rappresentare il completamento naturale del Campus di Ingegneria, offrendo nuovi spazi per l'espansione dei centri di ricerca e delle aule per gli studenti, che potranno beneficiare di laboratori innovativi e tecnologicamente avanzati”.

“Questo accordo, frutto della collaborazione attiva con l’ateneo bergamasco, rappresenta per noi un nuovo modo di creare valore per il territorio – ha sottolineato Vincenzo Di Luozzo, Responsabile di e-distribuzione per la Lombardia -. La riqualificazione dell’area che per tanti anni ha ospitato la nostra cabina primaria ha richiesto un investimento significativo per la realizzazione di una nuova linea a basso impatto ambientale. Siamo lieti di avere creato le condizioni per dare nuova vita a questi spazi e avere contribuito alla sviluppo di una città sempre più vivibile e smart”.