Cyberbullismo: in Lombardia 71 mila giovani vittime

Proseguono in Regione Lombardia le audizioni promosse dalla Commissione Cultura sul progetto di legge per contrastare bullismo e cyberbullismo. I numeri, nel frattempo, sono allarmanti: sono 71 mila le vittime lombarde di età compresa tra i 15 e i 24 anni

Lotta al bullismo e al cyberbullismo. Se ne parla anche in Regione Lombardia, con le audizioni che proseguono in Commissione Cultura, presieduta da Luca Ferrazzi (Lista Maroni) sul progetto di legge. Nei giorni scorsi si è tenuto il confronto con Associazione italiana contro la diffusione delle dipendenze (AIDD Onlus), Federazione Istituti di attività educative (FIDAE), l’Associazione Lasalliana Genitori Gonzaga (ALG) dell’Istituto Gonzaga e La Manif Pour Tous (LMPT)-Generazione Famiglia per promuovere e proteggere la famiglia.

I dati. I giovani lombardi che dichiarano di aver subito esperienze di cyberbullismo sono 71 mila, tra i 15 e i 24 anni. La proposta di legge si basa su tre piani di azione: la prevenzione, attraverso un largo raggio d’interventi con le scuole, le famiglie e gli stessi ragazzi coinvolti nel fenomeno del cyberbullismo; educazione all’utilizzo dei social coinvolgendo ragazzi e famiglie insieme; assistenza alle vittime, con uno staff di psicologi ed esperti.

Il Presidente Ferrazzi è intervenuto anche in merito alla polemica relativa alla presunta esclusione dalle audizioni dei rappresentanti delle associazioni gay. ”Le audizioni stanno andando avanti già da un mese – ha precisato -  Tutte le associazioni interessate che intendono partecipare verranno sentite, così come quelle proposte dai consiglieri. A questo proposito abbiamo chiarito il caso sollevato tramite stampa dal consigliere del Movimento  Cinque Stelle Andrea Fiasconaro, che lamentava l’esclusione nelle audizioni delle associazioni gay: fino ad oggi non hanno richiesto di partecipare, né sono state invitate dal consigliere Fiasconaro”.