Centrosinistra e centrodestra: al ballottaggio un Comune ciascuno

Juri Imeri conferma i favori del pronostico e conquista la poltrona vacante di sindaco di Treviglio. Sorpresa, invece, a Caravaggio dove Claudio Bolandrini ribalta il risultato del primo turno e, con 821 voti di margine, supera l'avversario Ettore Pirovano grazie al 55,5 per cento delle preferenze

Finisce in parità la sfida tra le due grandi coalizioni in questo turno di ballottaggio. Al centrodestra il Comune di Treviglio, al centrosinistra quello di Caravaggio. In una giornata che ha visto andare alle urne, complessivamente tre le due realtà, il 65,91 per cento degli elettori: è stata la partecipazione più alta in tutta la Lombardia.

A Treviglio, dopo le dimissioni e la vicenda choc di Giuseppe Pezzoni, è ancora il centrodestra (quello della coalizione senza Forza Italia, ovvero Lega Nord, Fratelli d'Italia e due liste civiche) ad aggiudicarsi il diritto di governare la città nei prossimi cinque anni. Juri Imeri, arrivato allo scontro finale da grande favorito dopo il 41,43 per cento del primo turno, alla fine ottiene il sostegno di 6.564 elettori: corrisponde al 52,6 per cento finale. Sono 651 voti di margine su Erik Molteni (Partito Democratico, Italia dei valori e due liste civiche) che si ferma al 47,4 per cento.

Ribaltato a Caravaggio, invece, il risultato del primo turno. Claudio Bolandrini (Partito Democratico e lista civica "Bolandrini sindaco per Caravaggio), partiva da un 29 per cento che lasciava poche speranze anche ai più ottimisti visto il 37 per cento di Ettore Pirovano (Lega Nord e "Noi con Pirovano sindaco"). Nello scontro finale a due, invece, è riuscito a conquistare la poltrona di sindaco: per lui una vittoria netta con 4.165 voti, ovvero il 55,5 per cento del totale. Pirovano è staccato di 820 voti, si ferma al 44,5 per cento.