Cena fredda, picchia la moglie: il figlio di 8 anni chiama il 112 e lo fa arrestare

MARTINENGO - Quando domenica sera non ha trovato di suo gradimento la cena che gli era stata servita, ha picchiato la moglie. E poi anche il figlio di 8 anni intervenuto per difenderla. Il bambino, però, ha preso in mano il cellulare e ha chiamato i Carabinieri

Si è seduto a tavola per la cena, ma non era di suo gradimento. L'ha trovata fredda. Invece di alzarsi da tavola per rimediare o per cercare altro in frigorifero, ha pensato che la soluzione migliore potesse essere quella di picchiare la moglie e il bambino di 8 anni. Quest'ultimo, però, ha preso in mano il cellulare e ha chiamato i Carabinieri: il papà, un indiano di 36 anni, è stato arrestato.

E' accaduto domenica sera a Martinengo quando l'uomo, di professione operaio, sotto l'effetto dell'alcol si è accanito contro la moglie quarantunenne per una cena che non ha trovato di suo gradimento. Alla faccia della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, lui ha risolto a modo suo. Alzando le mani. Contro di lei e, senza farsi troppi problemi, anche contro il figlio di 8 anni che è intervenuto in difesa della madre. Il tutto, giusto per non farsi mancare nulla, davanti anche all'altra figlia di 5 anni.

Non riuscendo fisicamente a fermare il papà, il figlio però non si è dato per vinto. Preso il telefono, ha chiamato i Carabinieri: "Venite, papà sta picchiando la mamma".

In un istante l'uomo si è ritrovato con le manette ai polsi, portato via dai militari di Urgnano. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e di lesioni personali aggravate. Mamma e figlio, invece, sono stati accompagnati all'ospedale per essere medicati. Ne avranno per una settimana.