Carona, l'escursione finisce male: il Soccorso Alpino e l'Enel mettono in salvo due persone

CARONA - Imprevisto ieri pomeriggio per due escursionisti durante la discesa dal Pizzo del Becco. Uno dei due è scivolato mentre percorreva la ferrata. Cadendo si è procurato traumi e fratture. L'amico è riuscito ad avvertire il Soccorso Alpino

Stavano ormai concludendo la discesa dal Pizzo del Becco, 2.300 metri di altitudine, nel territorio di Carona, quando uno dei due è scivolato: gli escursionisti sono stati portati in salvo dagli uomini del Soccorso alpino. Per il ferito si parla di diverse fratture, ma non è in pericolo di vita.

L'imprevisto è accaduto ieri pomeriggio. I due stavano scendendo lungo la ferrata ed erano arrivati quasi in fondo. Uno dei due escursionisti, scivolando, nella caduta ha riportato alcuni traumi. L’amico ha subito cercato di dare l’allarme, spostandosi perché nel punto in cui si trovavano non c’era campo.

La centrale operativa del 112 ha inviato sul posto le squadre territoriali della VI Delegazione Orobica del CNSAS Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) e l’eliambulanza, decollata dalla base di Caiolo (SO).

Il mezzo ha portato una squadra di tecnici alla base della parete. È stato calato il medico, che ha valutato la situazione e disposto il trasferimento all’ospedale di Bergamo della persona ferita. L’altro alpinista è stato accompagnato a valle dalle squadre territoriali. Il percorso è stato reso più rapido grazie all’Enel, che ha messo a disposizione la funivia che dai Laghi Gemelli arriva fino a Carona.