Botte di Capodanno: marito in manette

ISSO - Nella notte di San Silvestro, mentre tutto il mondo festeggiava l'arrivo del nuovo anno, lui completamente ubriaco ha iniziato a malmenare la moglie: un uomo di 31 anni, residente in città, è stato arrestato dai Carabinieri

Invece dei botti di Capodanno, lui era tutto preso dalle botte: quelle che, mentre era completamente ubriaco, ha rifilato alla moglie. Alla fine, invece, dei due calici per il brindisi il trentunenne residente a Isso si è ritrovato ai polsi le manette dei Carabinieri.

L'uomo, fuori di sé per il troppo vino bevuto nel corso della serata, a un certo punto ha iniziato a malmenare la consorte. Spintoni, schiaffi, con lei che cercava disperatamente di fermarlo e di difendersi. Pensava di essersela cavata spingendolo fuori dalla porta, poi chiusa a chiave, ma lui non si è arreso: ha dato fuoco alla porta per poterla abbattere e rientrare nell'abitazione.

Sul posto, però, chiamati dalla donna sono intervenuti i Carabinieri che hanno spento l'incendio prima che potesse diventare davvero serio e incontrollabile.

L'uomo è finito in manette. Risponderà di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e danneggiamento. La donna, che ha raccontato di precedenti maltrattamenti, è stata invece accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale, dove è stata medicata. Si riprenderà in pochi giorni.