Anziana truffata da finti tecnici: spariti 5 mila euro

DALMINE - Di fronte ai presunti tecnici dell'azienda dell'acqua, che le avevano fatto presente anomalie nell'impianto e la necessità di anticipare la somma per la riparazione, lei purtroppo ha obbedito. I due malviventi, però, hanno preso i 5 mila euro e sono fuggiti senza lasciare traccia

Vestiti in divisa da lavoro, con uno pseudo tesserino e modi di fare davvero convincenti: un'anziana, ieri a Dalmine, si è vista portare via 5 mila euro in contanti. Quando i due hanno preso i soldi e si sono allontanati lei ha telefonato ai Carabinieri, ma ormai era troppo tardi per rimediare all'errore.

I due malintenzionati si sono presentati davanti alla porta di casa della pensionata spiegando di essere due addetti dell'azienda dell'acqua incaricati di effettuare alcuni controlli perché erano state rilevate delle anomalie. Rete malfunzionante, insomma, così come probabilmente lo era anche quella del gas metano.

Per riuscire a farsi consegnare i soldi, hanno fatto credere all'anziana che era necessario anticipare la spesa dell'intervento, vista la gravità della situazione. Lei, preoccupata e per nulla abituata ad avere a che fare con farabutti, è andata a prendere i soldi e li ha messi sul tavolo.

Una volta viste le banconote, i due non ci hanno pensato due volte: le hanno infilato in tasca e se ne sono andati facendo perdere le loro tracce. Alla vittima della truffa non è rimasto altro da fare se non telefonare ai Carabinieri e raccontare quanto le era accaduto.