Anche Orio al Serio nella truffa colossale contro le compagnie aeree

ORIO AL SERIO - C'è anche il Caravaggio International Airport nel lungo elenco dalla maxi truffa che ha coinvolto 100 aeroporti in 31 Stati di tutto il mondo. Al termine dell'operazione "Global Airport Action" sono 137 le persone denunciate, di cui 15 in Italia.

Compare anche Orio al Serio nella maxi truffa relativa all'utilizzo di carte di credito illegali per l'acquisto di biglietti aerei. Un traffico di vaste proporzioni che ha coinvolto scali aeroportuali presenti un po' in tutto il mondo. I numeri non dicono tutto, ma danno di certo una dimensione del traffico: la truffa riguarda 100 aeroporti in 31 Stati dislocati in cinque continenti.

Alla fine sono state ben 137 le persone denunciate, di cui 108 nella sola Europa, altre 15 in Sudamerica e 14 in Canada. Nel nostro Paese la denuncia ha colpito 15 persone: 1 a Orio al Serio, 3 a Milano Malpensa, 1 Milano Linate, 2 a Cagliari Elmas, 1 a Torino Caselle, 3 a Napoli Capodichino, 1 a Roma Ciampino e 3 a Roma Fiumicino.

E' la conclusione dell'operazione "Global Airport Action" che, attraverso l'attività della Polizia di Stato con Interpol, Europol e Ameripol, ha permesso di smascherare l'acquisto fraudolento di biglietti aerei con l'utilizzo di carte elettroniche di pagamento. Allestite, per le indagini, centrali opeative a L'Aja, Bogotà e Ottawa. In Italia controlli in quattordici aeroporti. I viaggiatori fermati aveva il titolo di viaggio acquistato, ma non disponevano della carta di credito: erano infatti acquistati da altre persone o, addirittura, da organizzazioni criminali che gestiscono agenzie di viaggio abusive.