"Acciaio sporco": nella truffa milionaria c'è anche Bergamo

BERGAMO - A partire dall'alba di stamattina un centinaio di agenti del Corpo Forestale dello Stato sono impegnati in diverse regioni italiane per perquisizioni, sequestri ed esecuzione di ordinanza di custodia cautelare. Coinvolta anche Bergamo

Figura anche il nome di Bergamo nell'indagine sulla presunta truffa milionaria di danni di Acciai Speciali Terni, azienda del gruppo ThyssenKrupp. Lo rivela il Corpo Forestale dello Stato, con una nota, spiegando che dall'alba è in corso un'operazione che coinvolge numerose province d'Italia.

Impegnati gli agenti di Bergamo, Brescia, Milano, Ancona, Perugia, Terni e Roma per un totale di un centinaio di agenti.

Perquisizioni, sequestri ed esecuzione di ordinanze cautelari in diverse regioni nell'ambito dell'indagine "Acciaio sporco" coordinata dalla Procura della Repubblica di Terni.

I particolari di tutta l'attività d'indagine e dell'operazione saranno resi noti nel corso della giornata.