A Dalmine in arrivo il registro per la raccolta dei testamenti biologici

DALMINE - Il Consiglio comunale nei giorni scorsi ha approvato il regolamento per il testamento biologico, documento legale che permette di indicare in anticipo i trattamenti medici che ciascuno intende ricevere o rifiutare in caso di incapacità mentale o di altre cause che impediscano di comunicare in modo consapevole con il proprio medico.

Il registro per la raccolta dei testamenti biologici dei cittadini sarà presto realtà anche a Dalmine. Nei giorni scorsi il Consiglio comunale ha infatti approvato il testo di quello che sarà il regolamento dei testamenti biologici riservato ai dalminesi che nelle prossime settimane decideranno di farne uso.

L'importanza del tema è stata dimostrata dal dibattito esercitato in questi anni in ambito scientifico, giuridico, medico, religioso e politico, anche se, nonostante un interesse e una spinta bipartisan per la questione, ogni testo presentato in sede parlamentare è rimasto ancora inutilizzato.

Il registro dei testamenti biologici è un documento legale che permette di indicare in anticipo i trattamenti medici che ciascuno intende ricevere o rifiutare in caso di incapacità mentale, di incoscienza o di altre cause che impediscano di comunicare direttamente ed in modo consapevole con il proprio medico. La persona che lo redige nomina un fiduciario per le cure sanitarie che, nel caso la persona diventi incapace, è chiamato ad intervenire sulle decisioni e a dare fedele esecuzione alla volontà della stessa per ciò che concerne le decisioni riguardanti i trattamenti sanitari da svolgere.

Il regolamento approvato dal Consiglio comunale di Dalmine è molto semplice e diviso in sette articoli: il primo definisce le finalità, il secondo l'ambito al quale deve essere circoscritta la dichiarazione anticipata di volontà e a chi è riservato il registro (ai soli cittadini dalminesi); il terzo articolo individua invece quali sono i compiti del fiduciario titolare e di quello supplente, mentre il quarto indica come si depositerà il testamento biologico. Il quinto articolo del regolamento tratta le modalità di tenuta del registro e le informazioni che deve contenere mentre gli ultimi due articoli, il sesto e il settimo, trattano le modalità per le eventuali modifiche o la cancellazione che il titolare del documento vorrà e potrà adottare negli anni a seguire.

“Con questa scelta – ha commentato il sindaco Lorella Alessio - Dalmine compie un altro grande passo in avanti verso i diritti dei cittadini. Gli uffici comunali si stanno organizzando per questa novità, dopodiché i dalminesi che vorranno farne uso potranno consegnare il loro testamento biologico”.